maggio 2011


Sighit in is mass-media s’interessu apitzu de su cani de lèpori. Custa borta est stètiu RAI3 a ndi chistionai in d-unu serbìtziu donau su 23 de maju de su 2011. Fait a biri su serbìtziu crachendi innoi .

Continua l’interesse dei mass-media sul levriero sardo, Questa volta è stato RAI3 a parlarne in un servizio andato in onda il 23 maggio 2011. Il servizio si può vedere cliccando qui .

Annunci

Su 10 de custu mesi de maju “La Nuova Sardegna” at imprentau un’artìculu apitzu de is canis de lèpori chi ddoi funt in sa Giara. No est sa primu borta chi su diàriu tataresu chistionat de canis de lèpori e po custu torraus gràtzias de coru a is autoris de custus artìculus.

Il 10 di questo mese di maggio “La Nuova Sardegna” ha pubblicato un articolo sui levrieri sardi che si trovano sulla Giara. Non è la prima volta che il quotidiano sassarese parla di levrieri sardi e per questo ringraziamo di cuore gli autori di questi articoli.

Levrieri doc, ma nati e allevati sulla Giara

Una razza canina tra le più pregiate, ormai di casa nell’altopiano

Di Luciano Onnis

VILLAMAR. Da is cuaddedus a is pettiazzus. Sulla Giara non solo cavallini selvatici, ma anche levrieri pastore arricchiscono le molteplici biodiversità animali che fanno dell’altopiano della Marmilla un unicus di straordinario livello scientifico. In realtà sulla Giara e dintorni questa razza canina non può considerarsi autoctona essendo fra le più antiche e diffuse nel mondo. Sighi a ligi – Continua a leggere