Noas – News


LOGODomenica 26 maggio a Scano Montiferro, nella splendida località di Sant’Antioco, noi, l’Associazione Cani Sardi abbiamo organizzato il primo raduno ufficiale delle 4 razze canine sarde, il recentemente riconosciuto “Cane di Fonni”, il “Dogo Sardo”, il “Levriero Sardo” e il “Volpino Sardo”.

Con estrema soddisfazione e orgoglio possiamo dire che la manifestazione è riuscita superando le nostre più rosee aspettative.

I numeri parlano da soli: 153 esemplari presenti delle suddette razze, quasi 2.000 fra appassionati e semplici curiosi ci hanno fatto visita fra la mattina e il pomeriggio, decine di questi hanno voluto tesserarsi alla nostra associazione, centinaia di mani strette fra appassionati, strette di mano che rappresentano il superamento di vecchie gelosie che ormai diventano un ricordo, sostituite da uno spirito di collaborazione che ci ha lasciati davvero soddisfatti. Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno e al lungo lavoro dei nostri membri, lavoro che ci ha presi mente e corpo per svariati mesi.

Un grazie speciale a SpazioSpot, ditta specializzata nell’organizzazione di grandi eventi, senza la quale non avremmo mai raggiunto questi ottimi risultati.

Un ringraziamento a tutti gli allevatori e semplici fortunati possessori di cani sardi che sfidando un tempo inclemente e un clima siberiano sono venuti lo stesso con i loro cani, da ogni angolo della Sardegna; la loro partecipazione ha permesso la riuscita di questa manifestazione.

Un grazie di cuore ai mass media che sia sul piccolo schermo che sulla carta stampata ci hanno dato tanta fiducia e spazio, prima e dopo il raduno.

Ringraziamo inoltre tutte le attività commerciali che sono state presenti alla manifestazione presentando e servendo i loro prodotti e lavori ai visitatori.

Forti di questa esperienza davvero positiva vi diamo appuntamento al prossimo raduno ufficiale che si terrà nel 2014, anticipandovi già da ora che nel frattempo organizzeremo incontri locali tematici, conferenze e quant’altro possa diffondere la conoscenza sui nostri cani.

Annunci

Dal pastore fonnese al dogo, il raduno dei cani di razza sarda

I proprietari: «Recuperiamo un patrimonio biologico che non deve restare nascosto in ovili sperduti tra i monti»

di Roberto Petretto

SCANO MONTIFERRO. Non è un’adunata ideologica, o forse per alcuni è anche questo. Avere un cane legato alle origini di questa terra può essere un vezzo, un segno di distinzione, per qualcuno un potenziale business. Quasi sempre, però, è una questione di passione. C’è chi studia, si documenta, va in giro nei paesi per trovare esemplari di cui nei libri sulle razze canine non si parla. Il pastore fonnese è ormai un cane abbastanza noto. Ma di levriero sardo, di dogo sardo, persino di volpino sardo chi ha mai sentito parlare, a parte un manipolo di proprietari sparsi lungo tutta l’isola? Ieri dalle parti di Scano Montiferro, nel parco del santuario campestre di Sant’Antioco, sono arrivati un po’ da tutta l’isola per il “Raduno di cani sardi”, organizzato dall’Associazione cani di Sardegna.

Continua a leggere l’articolo cliccando qui.

Guarda le foto del raduno, clicca qui.

 

Tzitzone

S’assòtziu ACS, Assòtziu Canis de Sardìnnia, aparìciat po domìnigu su 7 de su mesi de ladàmini un’acorru de is arratzas sardas de canis in sa pratza acanta de sa crèsia de Santu Antiogu acanta de Iscanu. Su logu de s’atòbiu fait a ddu lompi de manera simpli passendi de Macumere, faci a Santu Lussurzu, candu arribais in su bìviu Iscanu-Bosa, depeis girai a dereta (sp 78), in su km 6 depeis girai torra a dereta sighendi is carteddus po is Mitzas de Santu Antiogu. S’atòbiu est a 3 km de candu eis girau.

Sa manifestatzioni, aberta a totus, at a cumentzai a is 9 oras e at a sighiri totu sa dii. At a fai a biri medas canis, fonnesus, pertiatzus, is canis de lèpori e at a fai a biri callelleddus de conillu puru.

Po prandi ant a arrustiri petza de su logu e una barrachedda at a bendi cosa de bufai frisca po totu su tempus de sa manifestatzioni.

Arrexonus apitzu de sa stòria e is caraterìsticas de is arratzas de is canis nostas ant a cumpriri sa dii.

Po ndi sciri de prus fait a s’acapiai a sa pàgina facebook de s’acorru Raduno cani sardi o fait a tzerriai a su nùmeru 3935500062.

L’associazione ACS, Associazione Cani di Sardegna, organizza per domenica 7 ottobre un raduno di razze canine sarde negli spazi circostanti la chiesa di Sant’Antioco a pochi chilometri da Scano Montiferro. Il luogo del raduno è facilmente accessibile passando da Macomer direzione Santu Lussurgiu, al bivio Scano Montiferro-Bosa, girare a destra (sp 78) al km 6 ancora a destra seguendo il cartello Sorgenti di S.Antioco. Il raduno si svolgerà a una distanza 3 km da quando avete girato.

La manifestazione, aperta a tutti, inizierà alle 9.00 e proseguirà per tutta la giornata. Sarà possibile ammirare numerosi esemplari, dai cani di Fonni ai doghi sardeschi agli elegantissimi levrieri sardi, saranno presenti anche rari esemplari di volpini sardi.

Prevista per ora di pranzo una grigliata di carni locali e un chiosco con bibite fresche sarà aperto per tutta la durata della manifestazione.

Dibattiti e interessanti discussioni sulla storia e sulle caratteristiche delle nostre razze canine sarde completeranno la giornata.

Per informazioni ci si può connettere alla pagina facebook dell’evento Raduno cani sardi o telefonare al numero 3935500062.

Craca in pitzus de sa mapa po dda amanniai – Clicca sulla mappa per ingrandirla

Sigumenti est de diora chi genti meda de dònnia logu funt intrendi in custu blog e capatzi chi no cumprendant ni su sardu ni s’italianu, si seus pensaus chi est giustu a si aberri a su mundu e duncas de imoi, fatu fatu, eus a ponni scritus in inglesu puru.

We have been noticing that a lot of people of various nationalities are coming to visit this blog, and as they probably do not understand Sardinian or Italian we thought it would be only fair to open up this blog to the world, so every now and again we will kindly add articles in English too.

Siccome abbiamo notato da tempo che in tanti, di tanti posti differenti entrano in questo blog, e magari non capiscono ne il sardo ne l’italiano, abbiamo pensato che sia giusto aprirci al mondo e dunque da oggi, di volta in volta, metteremo anche articoli in inglese.

Fonnese all. Bitti

Fonnese all. Bitti

Domìnigu su 9 de mesi de cabudanni a is 9 oras ddoi at un’amosta de canis de Fonne in Fonne. Sa dii fait a ponni su microchip a is canis.

Ajò a Fonne ca at a essi una dii de interessu mannu!

Domenica 9 di settembre alle 9 di mattina c’è una mostra di fonnesi a Fonni. Il giorno di potranno microchippare i cani.

Tutti a Fonni allora, sarà una giornata interessantissima!

De dereta – Da destra: Nadia Dalu, Pietro Perra, Flavio Bruno, Laura Zanin, Alberto Chisu.
Sètzius – Seduti: Fabio Maxia, Nepente e Furitu.

Est stètiu unu prexeri mannu po totu sa Sardìnnia cinòfila a tenni comenti a stràngius a Flavio Bruno (allevadori e spertu de molossus, e no sceti, famau e stimau in totu su mundu) e a Laura Zanin, de su Centro Cinofilo Razze Meridionali (po ndi sciri de prus càstia su giassu il Contado del Molise) bènnius a Sardìnnia a biri cun is ogus insoru is arratzas de canis sardus.In is diis chi funt abarraus innoi ant pòtziu connosci is canis pertiatzus (ma poita est chi no ddis naraus a sa moda antiga, giàgarus?), is fonnesus e is canis de lèpori, girendi sa terra nosta de Cabu de Susu a Cabu de Giossu, acumpangendi-ddus Alberto Paolo Chisu, Isidoro Comite e Nadia Dalu.

Giai annus a oi, Flavio Bruno, iat amostau interessu po is canis sardus, cun cuntatus cun Roberto Balia, s’autori de Canis Gherradoris mortu in s’istadi de su 2010, e imoi eus torrau a tessi s’arretza de is cuntatus chi seus segurus chi s’ant a torrai a contu a totus!

In s’abisita fata in Casteddu is amigus nous nostus ant pòtziu biri po finas a Nepente, su cani pertiatzu chi in custus annus at fatu scàndalu e chi oindii puru calincunu est narendi chi est linfàticu. Chini mellus de Flavio Bruno, veterinàriu e allevadori spertu de molossus, podiat donai unu parri scientìficu e clìnicu apitzu de custa cosa? Si nau sceti una cosa, candu ddi eus preguntau…ma custu cani, linfàticu est? Ca nant diaici!…si nc’est postu a arriri e at nau de manera crara…bolit nai chi no scint ita bolit nai a essi linfàticus… .

Amen chistioni serrada po nosu, seus satisfaus siat deu (s’allevadori) chi Fabio Maxia, su meri. Imoi bollu biri chi calincunu at a sighiri a nai custu scimpròriu, chena, intra is àteras cosas, mancu ai biu a personi su cani!

A si biri Flavio e Laura, si abetaus torra in sa terra nosta!

E’ stato un grande piacere per tutta la Sardegna cinofila avere come ospiti Flavio Bruno (allevatore e esperto di molossi, e non solo, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo) e Laura Zanin, del Centro Cinofilo Razze Meridionali (per saperne di più visita il sito il Contado del Molise) venuti in Sardegna a vedere con i loro occhi le razze canine sarde.

Nei giorni di permanenza qui hanno potuto vedere i doghi sardi (ma perchè non chiamarli con il loro nome antico, giàgarus?), i fonnesi e i levrieri sardi, durante il loro tour sardo dal Nord al Sud, accompagnati da Alberto Paolo Chisu, Isidoro Comite e Nadia Dalu.

Già anni fa, Flavio Bruno, aveva dimostrato interesse per i cani sardi, allacciando contatti con Roberto Balia, l’autore di Canis Gherradoris morto nell’estate del 2010, e ora abbiamo riallacciato i contatti che sicuramente gioveranno tutti!

Nella visita fatta a Cagliari i nostri nuovi amici hanno potuto vedere anche Nepente, il dogo sardo che in questi anni ha fatto tanto scandalo e che anche oggi qualcuno definisce linfatico. Chi meglio di Flavio Bruno, veterinario e allevatore esperto di molossi, poteva dare un parere scientifico e clinico su questo argomento? Vi dico una cosa sola, quando gli abbiamo chiesto…ma questo cane, è linfatico? Sai, dicono così!…si è messo a ridere e ha detto chiaramente…vuol dire che non conoscono il significato di linfatico…

Amen, questione chiusa per noi, siamo soddisfatti sia io (l’allevatore) che Fabio Maxia, il proprietario. Ora voglio vedere se qualcuno continuerà a sostenere questa fesseria, senza, tra le altre cose, averlo mai visto di persona!

Arrivederci Flavio e Laura, vi aspettiamo di nuovo nella nostra terra!

 

Pagina successiva »